Raccogliere dati per ottimizzare i prezzi - Software per la gestione delle scorte

raccogliere dati per ottimizzare i prezzi












Home » Risorse » Qui

Se le strategie di pricing possono variare molto da un'attività all'altra, le buone strategie di pricing richiedono quasi sempre una quantità notevole di dati. Quasi tutti gli strumenti di pricing in circolazione pongono l'accento sui prezzi applicati dai competitor. Fermo restando che si tratta di un fattore determinante, Lokad ritiene che questo sia solo la punta dell'iceberg. Osservare i prezzi dei tuoi competitor non ti suggerisce se è meglio allinearti a questi prezzi o se abbassare ulteriormente i tuoi e, cosa più importante, non ti spiega a quali prodotti applicare queste politiche e a quali no.

Dati commerciali storici

Quando si parla di ottimizzazione dei prezzi, molti commercianti ignorano un aspetto ovvio: l'analisi deve partire dai dati fondamentali della tua attività, che costituiscono la fonte di informazioni di gran lunga più affidabile e più importante per ogni azienda commerciale. Internet è un oceano e, molto probabilmente, ognuno dei tuoi prodotti viene venduto già da decine di altre aziende nel mondo. È anche vero, però, che, a seconda del settore in cui operi, il cliente non ha sempre tempo ed energie da sprecare cercando il prodotto al prezzo più basso, almeno non per ogni prodotto od ogni acquisto.

Certo, alcuni settori, come l'elettronica di consumo, sono altamente competitivi; anche in questi casi limite, però, la competitività è appannaggio quasi esclusivo dei prodotti di punta, mentre accessori e altro materiale di consumo consentono margini di profitto ben più ampi. Gestire un'attività commerciale è costoso, per cui è giusto poter “recuperare soldi” dove è possibile. In ordine di importanza decrescente, i dati necessari includono:
  • lista dei prodotti venduti e delle loro proprietà,
  • livelli di scorte e ordini di acquisto in entrata,
  • lista degli articoli venduti in passato,
  • lista degli ordini di acquisto emessi in passato,
  • lista di cancellazioni / resi / rimborsi / inconvenienti avvenuti in passato,
  • lista dei prezzi applicati in passato,
  • traffico web per prodotto aggregato su base giornaliera
  • costi SEM (Search Engine Marketing) per prodotto aggregati su base giornaliera
    Tra tutti questi dati, gli ultimi due sono in genere quelli più difficili da consolidare, se non altro perché il volume dei dati è 100 volte maggiore rispetto a quello degli altri dati tutti insieme. A esclusione degli ultimi due casi, quindi, il recupero dei dati che abbiamo appena elencato dovrebbe avere la priorità sull'analisi dei dati dei competitor.

Lokad supporta nativamente software di gestione commerciale come Brightpearl, Linnworks, QuickBooks, TradeGecko, Unleashed o Vend, per citarne alcuni. Se l'applicazione che usi è già supportata da Lokad, potrai importare i dati nel tuo account Lokad in pochi clic.

Se invece usi un'applicazione non supportata al momento, Lokad ti offre la possibilità di caricare file tabellari, come fogli Excel o file flat di testo come CSV: ogni account Lokad dispone di un servizio di file hosting con cui potrai caricare online o importare i file attraverso protocolli alternativi, come FTP o SFTP. Non esitare a per maggiori informazioni.

Ottenere i prezzi dei competitor

Dopo aver raccolto i dati necessari all'ottimizzazione dei prezzi, potrai cominciare a dare uno sguardo ai prezzi applicati dai tuoi competitor. Il nostro software monitora i prezzi dei competitor secondo uno schema preciso, che prevede tre fasi distinte:
  • una fase di crawling, che consiste nel navigare automaticamente attraverso tutti i link del sito dei tuoi competitor, al fine di individuare tutti i prodotti venduti.
  • una fase di estrazione, in cui tutte le pagine web non strutturate vengono automaticamente trasformate in un set di dati strutturato, che isola nomi, attributi, prezzi e altre proprietà di ogni prodotto.
  • una fase di matching, in cui vengono create automaticamente coppie di prodotti simili, il primo selezionato tra quelli venduti dalla tua azienda e il secondo tra quelli venduti dall'azienda concorrente.

Di solito, il “matching” è un'operazione piuttosto complessa, soprattutto nei settori in cui non esistono corrispondenze “dirette” tra prodotti, come la moda.

A oggi, Lokad non ha ancora integrato una funzionalità di monitoraggio competitivo dei prezzi: quindi, se vuoi creare con Lokad una strategia di pricing che sfrutti i prezzi dei tuoi competitor, dovrai essere tu a fornirci tutti i dati necessari, usando una delle tante soluzioni di monitoraggio competitivo dei prezzi disponibili online. Le soluzioni di questo tipo offrono di solito la possibilità di esportare file flat di testo (come i file CSV) contenenti i dati sui prezzi, che corrispondono perfettamente ai requisiti di Lokad per l'elaborazione dati.

Se nella tua attività è presente un ufficio informatico, puoi anche sviluppare direttamente la tua soluzione, con strumenti open source come Scrapy.org, che ti forniranno un buon punto di partenza e ti consentiranno di ottenere i primi risultati entro pochi giorni.

Dati dei competitor: a cosa fare attenzione

Finché il pricing si basa sui tuoi dati, la qualità dei risultati è solitamente molto elevata. In alcuni casi, piuttosto rari, capita che una porzione di dati non sia corretta, ma possiamo comunque stare certi che i dati siano corretti quasi al 100%.

Al contrario, nel caso dei dati dei competitor la qualità tende a essere molto più scadente. Ognuna delle fasi che abbiamo delineato prima rischia di concludersi con un fallimento: è possibile che uno dei prodotti venga omesso, che si verifichi un errore nell'estrazione dei prezzi o che uno dei prodotti venga abbinato in modo non corretto. Nella pratica, è necessario investire sforzi considerevoli per valutare la qualità di questi dati, al fine di evitare una situazione di garbage in, garbage out.

Molti (troppi) sviluppatori software assicurano di avere la soluzione ideale a questi problemi. In linea di massima, ti consigliamo di sottoporre queste soluzioni a una prova: chiedi al fornitore del tuo software di intelligenza competitiva di confrontare il tuo web store con quello del tuo competitor più diretto. In questo modo, potrai confrontare le cifre appena ottenute con quelle estratte dai tuoi sistemi e valutare quanto effettivamente la tecnologia di intelligenza competitiva proposta sia efficace.

Il modo più semplice per “smascherare” una tecnologia di bassa qualità consiste nel verificare che esista una versione di prova gratuita: se non viene offerto un periodo di prova gratuita, significa che la soluzione non è automatizzata. Abbiamo avuto modo di constatare che le soluzioni di web scraping create da un'azienda commerciale a uso interno sono spesso più efficaci di soluzioni ideate da esperti informatici ma di qualità mediocre.

Un altro segnale d'allarme è la richiesta, da parte del fornitore del software, di inviare un campione di dati dal tuo database prodotti: il fornitore, infatti, richiede questi dati da un lato per essere sicuro che il risultato ottenuto corrisponda ai dati nel tuo database, dall'altro per evitare che tu possa sottolineare qualsiasi difetto nella qualità dei risultati, approfittando della tua limitata possibilità di controllare i prezzi dei competitor.